Miti da sfatare in tema di pulizie

In rete è facile trovare tutte le risposte di cui abbiamo bidogno, anche quando il tema di interesse sono le pulizie di casa e gli accessori per svolgerla. Quante volte ci è capitato di googlare “qual è il momento migliore per lavare i vetri“? oppure ” ogni quanto va cambiata la spugnetta per lavare i piatti?” o ancora “il metodo migliore per combattere gli acari della polvere” queste e tante altre domande simili sono all’ordine del giorno. Spesso però ple risposte trovate in rete possono essere discordanti quindi non riusciamo mai a venire a capo dell’interrogativo.

Oggi con questa piccola guida, vogliamo aiutarvi a  sfatare tutti i falsi miti circa il mondo della pulizia, così da aiutarvi ad ottimizzare la gestione della vostra casa.

1. La spugnetta è l’accessorio per pulizie con più batteri

Ecco, questa è tra le affermazioni più false che possiate trovare in rete. Certo, è vero che la spugnetta per lavare i piatti è utilizzata molto di frequente e viene a contatto con molti germi e batteri ma a vincere il premio come accessorio da pulizia più contaminato è sicuramente il mocio per i pavimenti. Utilizzandolo stanza dopo stanza, rischiamo di spingere i germi da ambiente ad ambiente senza eliminarli. Per ovviare al problema, consigliamo di cambiarlo ogni due mesi e lavarlo dopo ogni utilizzo, in alvatrice a 60*.

2. I vetri delle finestre si lavano solo quando c’è il sole

Anche questa è un’affermazione del tutto falsa! Nonostante la luce del sole aiuti a vedere meglio le macchie, i vetri vanno lavati nelle giornate nuvolose per evitare la comparsa di aloni. Infatti, è proprio il calore del sole che facendo evaporare velocemente l’acqua aiuta la formazione di aloni. Quindi armatevi di pazienza ed aspettate il cielo grigio, vedrete i vostri vetri brillare.

3. Per le pulizie di primavera basta un solo weekend

Qui, prima di dire falso ci verrebbe da dire “Magari!” Sarebbe bellissimo riuscire a sbrigare le pulizie di primavera in soli due giorni ma purtroppo la pulizia accurrata della casa richiede molto più tempo quindi, armatevi di pazienza e pianificate scrupolosamente il vostro lavoro. Il nostro consiglio è avere un quadro ben chiaro di cosa fare stanza per stanza e non giorno per giorno così da evitare di trascurare la pulizia dei posti più nascosti ed inarrivabili.

4. I raggi del sole uccidono gli acari

Finalmente una buona notizia: vero, i raggi del sole sono in grado di uccidere gli acari.

Una volta arrivata la primavera, solitamente tra le prime cose da fare c’è l’abitudine di riporre il piumone e prima di farlo spesso usiamo lavarlo. Consilgiamo di farlo soltanto se si possiede un’asciugatrice per evitare che le piume si ammassino e si rovinino , nel caso in cui invece il piumone non abbia particolari macchie, la soluzione migliori per liberarsi dagli acari è sicuramente stendere il piumone al sole. I raggi UV sono in grado di eliminare i germi anche solo dopo 24 ore, tra le soluzioni più igieniche ed economiche.

5. La lavatrice si pulisce da sola ad ogni lavaggio

Anche per questa volta vorremmo che la notizia fosse vera ma purtroppo è decisamente falsa!

Anche se dopo ogni lavaggio il cestello sembra pulito, in realtà, l’umidità che evapora è un terreno fertile per germi e batteri e può rilasciare quel fastidioso odore di chiuso che può trasferisici sui nostri indumenti.

Per evitare queso spiacevole inconveniente, basta prendere 50 grammi di bicarbonato e metterli nel cestello, versare 50 ml di aceto nel cassetto del detersivo ed effettuare un ciclo di lavaggio a vuoto. il risultato sarà una  lavatrice, fresca, profumata e libera da germi e batteri.

Ora che finalmente abbiamo sfatato un po’ di falsi miti, speriamo che pulire la vostra casa diventi più divertente ma soprattutto più soddisfacente.