Come lavare le stoviglie velocemente

Quando si tratta di pulizia della casa, ognuno di noi ha delle faccende che rimanda sempre perchè non ama assolutamente svolgerle.

Tra le faccende domestiche più odiate c’è sicuramente il lavare le stoviglie: pile e pile di piatti e pentole unti e spesso incrostati, decine e decine di posate ed i più svariati utensili che giacciono in fondo al lavello e sembrano non finire mai. A conti fatti,  la fatica che si svolge è davvero parecchia, per  non parlare poi delle mani super rovinate.

La soluzione a tutte queste difficoltà è sicuramente prepararsi al lavare le stoviglie, nel migliore dei modi e con i giusti strumenti, fate partire la vostra palylist preferita ed iniziamo.

Utilizza gli strumenti giusti

Spazzola, spugnetta, paglietta, detersivo, sgrassatore, strofinaccio, scolapiatti. Pare proprio che ci sia tutto ma da dove partire per pulire in maniera impeccabile le proprie stoviglie? Partiamo dal preparare tutte le stoviglie al lavaggio!

Innanzitutto, guardiamo alle pentole: se presentano residui di cibo è bene riempirle di acqua bollente e qualche goccia di sgrassatore così da essere disincrostate facilmente in seguito. Il primo passaggio da effettuare è passare la spazzola sui nostri piatti per eliminare tutti i residui, anche piccoli, passa poi al momento del lavaggio vero e proprio: versa sulla spugnetta poche gocce di detersivo per i piatti, non esagerare con la quantità, ricordati sempre di rispettare l’ambiente.

Una volta che i tuoi piatti saranno ben sgrassati, grazie anche all’aiuto dell’acqua bollente, procedi con il risciacquo tramite acqua fredda e metti ad asciugare i tuoi piatti nello scolapiatti o su uno strofinaccio di lino.

La paglietta di metallo è uno strumento molto efficace per togliere il cibo incrostato ma ricorda che non va mai utilizzato sulle pentole antiaderenti o rischia di rovinarle.

Qualsiasi sia lo strumento utilizzato, ricorda sempre di pulire tutti gli utensili al termine del lavaggio, così da preservarne l’efficacia.

Ogni stoviglia ha il suo momento

Sai qual’è il segreto per ottenere un pulito degno di una lavastoviglie? Semplice, segui quest’ordine preciso e non te ne pentirai!

Inizia lavando tutte quelle cose che sono state a stretto contatto con la bocca: parti da tazze e bicchieri e poi procedi con le posate. Queste stoviglie, per eliminare i germi, hanno bisogno di acqua pulita e bollente.

Continua con piatti, pentole e padelle ed assicurati di eliminare tutto l’unto.

Per non lasciare aloni , nel momento dell’asciugatura utilizza un canovaccio di cotone o preferibilmente di lino.

Chi ben comincia…

Solitamente piatti, padelle e posate si accumulano nel lavello con molta velocità quindi il nostro consiglio principale è sicuramente quello di cercare di lavare subito dopo mangiato tutto quello che si è sporcato, così da evitare di scoraggiarsi guardando il lavello stracolmo.

Ultimo consiglio molto importante che ci sentiamo di darti riguarda la cura del lavello: una volta finito di pulire tutto, pulisci con un apposito prodotto per acciaio anche il tuo lavello, assicurandoti di eliminare tutti i residui di cibo al suo interno.

Speriamo che dopo questi consigli, lavare i piatti ti sembri finalmente un gioco da ragazzi!