Come far brillare un pavimento antico

Far brillare un pavimento antico rappresenta un ’operazione piuttosto particolare che può senz’altro essere definita come una vera e propria arte.

Non è raro trovare, in prestigiosi palazzi risalenti al secolo scorso pavimentazioni particolari e ricercate, i resti di un’epoca che oggi non esiste più.

I pavimenti d’epoca sono di rara bellezza, ma mantenerli in buono stato può risultare piuttosto difficile in quanto si richiedono  delle cure particolari.

I pavimenti antichi o d’epoca, inoltre, sono tutti uno diverso dall’altro, ognuno con la sua storia e le sue peculiarità.

Esistono principalmente quattro diverse tipologie di pavimenti antichi, ovvero:

  • Pavimenti antichi in graniglia
  • Pavimenti antichi in cotto
  • Pavimenti antichi in cemento, o cementine
  • Pavimenti antichi in marmo

Sono tutti molto particolari, ma dopo anni e anni di vita perdono il loro splendore e richiedono delle cure permettano loro di recuperare il fascino perduto con l’andare del tempo.

Ognuno di queste tipologie di pavimenti antichi va curato in modo diverso.

Pulire e ripristinare queste pavimentazioni, tuttavia, non è un’operazione che può essere svolta da chiunque.

è infatti necessario avere a disposizione mezzi e strumenti professionali, e più di ogni altra cosa è importante che la persona che li va a trattare sappia come farlo in modo professionale, per evitare di rovinare la superficie.

Le imprese professionali, infatti, prima ancora di andare ad operare fanno un sopralluogo, per verificare le condizioni della pavimentazione e capire quali sono gli strumenti più adatti per operare.

Vediamo più nel dettaglio come trattare efficacemente i pavimenti d’epoca.

Pulizia pavimenti antichi in cemento: le cementine

Presenti nelle antiche case nobiliari dell’800, le cementine sono pavimenti che non passano inosservati.

Si tratta di piccole piastrelle colorate di cemento dalle forme più svariate: quadrate, esagonali, pentagonali ecc.

Non solo colori, ma anche le raffigurazioni sono le più diverse. Esistono cementine raffiguranti fiori, fregi e greche molto particolari.

Proprio perchè di carattere cementizio, le cementine, come il cotto, sono un materiale molto poroso, che va pulito con detergenti non schiumosi, ma soprattutto non acidi!

Le sostanze acide rischiano di rovinare completamente le cementine.

Infine è consigliabile non effettuare la lucidatura, o quantomeno farne una sola dopo la posa in opera.